Londra: è morto in carcere Stefano Brizzi: uccise un poliziotto londinese con giochi sessuali

Published by: 0

Una Storia iniziata malissimo e finita peggio quella che si è consumata a Londra nel carcere di Belmarsh dove è morto, probabilmente suicidandosi, l’italiano Stefano Brizzi, 50 anni.

L’uomo era stato condannato all’ergastolo per il clamoroso l’omicidio di Gordon Semple, poliziotto di 59 anni che lo scorso dicembre fu assassinato da Brizzi. Il poliziotto venne attirato con l’inganno nell’abitazione di Brizzi attraverso un sito di incontri per gay, e ormai in trappola il poliziotto morì per una serie di tremendi giochi sessuali di tipo sadomasochistici.

La storia, già macabra nel racconto, si tinge ancora più di oscurità per via del tentativo di disfarsi del cadavere da parte di Brizzi sciogliendolo nell’acido nella sua vasca da bagno. Brizzi era un rispettabile professionista che nel corso della sua carriera ebbe diversi incarichi nel centro finanziario londinese, la “City”. Man mano però subentrò una crisi nella carriera di Brizzi, fino a indurlo all’uso di stupefacenti e modificandone lo stile di vita fino a giungere al satanismo, spesso dichiarato durante i processi e le deposizioni.

L’epilogo, triste, degno di un telefilm, è stato comunciato dalle autorità del carcere di Belmarsh le quali hanno dato notizia della morte di Brizzi. La Press Association però in una sua agenzia, afferma che l’italiano si sarebbe invece suicidato, malgrado la mancanza di prove ufficiali a sostegno di questa tesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *