Muore soccorritore del Rigopiano: infarto a 39 anni.

Muore soccorritore del Rigopiano: infarto a 39 anni.

Le morti del Rigopiano non sono ancora finite. Uno speleologo, Andrea Pietrolungo, che aveva partecipato agli scavi come soccorso è stato preso da un’infarto all’alba del 1 febbraio 2017, aveva solo 39 anni.

L’uomo ha lavorato incessantemente durante la tragedia di Farindola, era un tecnico Speleologico del soccorso alpino, faceva il volontario ed era molto conosciuto nell’ambito, era anche direttore regionale della scuola di speleologia.

Pare che da lunedì avvertiva dolori ossei ma si pensava ad una semplice e passegera influenza.

Purtroppo questa è l’ennesima morte che ruota attorno al dramma della neve, altri due soccoritori, operatori del 118, sono morti nell’incidente dove un’elicottero è caduto dopo aver salvato uno sciatore ferito. Pietrolungo, non solo aveva partecipato ai loro funerali, ma aveva continuato a salvare vite in altre operazioni di soccorso svoltesi in questi giorni.

Il Soccorso Alpino ha voluto ricordare Pietrolungo così, elencando le sue numerose qualifiche: “capostazione forre Abruzzo, direttore della Scuola Regionale Speleo, istruttore regionale speleo, tecnico di soccorso in forra”.

 

Sam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *