Butnot e OffSide: una collaborazione esclusiva nello streetwear

Butnot e OffSide: una collaborazione esclusiva nello streetwear

ButNot e OffSide si affiancano per creare un binomio vincente dove la cultura urban diventa moda radicata in un contesto sempre più lifestyle

Come nasce l’incontro tra ButNot e OffSide

La moda è un settore in continua evoluzione che consente di avere sempre novità interessanti da prendere in esame. Se un tempo la cultura urban e i movimenti streetwear erano visti come una realtà emarginata oggi sono diventati un cuore pulsante. 

Un tempo era una moda capace di individuare solo una cerchia ristretta di individui ma anche grazie all’interesse che ha suscitato è diventata parte della quotidianità. Lo street modernity Made in Naples di Offside e l’heritage esclusivo di Butnot hanno dato vita alla voglia di originalità ispirando la capsule collection alle sneakers. Una stima reciproca che ha consentito la nascita di modelli andati sold out 3 volte di seguito.

Un successo importante che ha sostenuto il desiderio della creazione di due outfit. La Flame e la Shadow Line e ad ottobre un new drop. Su quest’ultima novità ancora non si sono fonti ufficiali ma, considerati i risultati finora ottenuti, si tratterà certamente di un successo.

Cosa ci racconta Giuseppe La Pegna: responsabile vendita Offside Giugliano

Giuseppe La Pegna è il responsabile vendita Offside Giugliano, una realtà che nasce nel 2016 da un progetto studiato in modo meticoloso grazie alla passione per la moda e il mondo delle calzature. Racconta di esser stato un successo inaspettato ed erano tutti molto increduli.

Questo ha dato però un maggiore entusiasmo per proseguire. Riguardo all’avvicinamento del mondo luxury allo streetstyle conferma che il tutto ha iniziato ad affermarsi nel 2011 proprio quando Kanye West e Jay-Z hanno rilasciato l’album Watch the Throne e Riccardo Tisci ha curato la cover e la direzione artistica oltre ovviamente a tutti gli outfit. Si sono vagliate nuove regole per creare un outfit più semplice e facilmente indossabile cercando però di mantenere lavorazioni e fascia di prezzo pari al mondo del lusso.

Per il futuro pensa all’apertura di una nuova sede magari nel centro di Napoli proprio secondo il desiderio di alcuni clienti. Per il momento sono alla ricerca della location adatta e chissà presto ci sarà anche questa seconda apertura.

I capi must dello streetwear

La cultura surf e skate in California hanno consacrato questa tendenza includendo elementi di abbigliamento sportivo. I capi sono comodi e casual come jeans e maglietta. Gli appassionati cercano sempre di trovare qualcosa in versione limitata.

Non esiste una vera e propria fascia di età, dal mondo hip popo e punk si è creata una sinergia importante. Questo coinvolge i giovani ma non solo dettando così regole di stile che permettono di avere un abbigliamento molto pratico e comodo. Ovviamente questo non vuol dire affatto che non siano di qualità, le scelte vengono fatte anche in relazione alle tendenze del momento.

C’è chi ne fa della moda dello streetwear una collezione per sneakers o t shirt. L’unione tra But not e OffSide è un connubio perfetto che potete anche seguire sui social Facebook, Instagram e YouTube.  

Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *